Mostra permanente alla Raccolta

Completamente autodidatta, Silvia inizia per gioco e per passione: tuttora questa dimensione rimane imprescindibile. Raccoglie con curiosità ed inesauribile senso di scoperta qualsiasi elemento la natura metta a disposizione e che le sue mani possano plasmare. Poiché ne vede la poesia primordiale e la perfezione che solo si ammira in Natura , ha adottato come suo personalissimo linguaggio espressivo proprio la materia naturale, che usa in una tecnica di mosaico di piccoli frammenti come particelle elementari a comporre un disegno immaginario. Crea trasformando i materiali più poveri, quelli resi invisibili dalla loro stessa abbondanza e ciclicità, facendone emergere la bellezza attraverso una sorta di “fusione visiva” . Utilizza, oltre a rami e molteplici materiali del bosco, anche legni di recupero, frammenti di metallo, di vetro, di specchi. La scelta di materiali, come la tecnica, è in continua evoluzione.

Guarda qui un cortometraggio di Silvia

  • silvia_logi2